PER LA MIA STRADA

Per la mia strada. partire e rinascere in montagna

di Eva Toschi

“Per la mia strada”, di Eva Toschi, non è un libro di montagna. Si, la montagna è al centro di questo libro e la maggior parte delle avventure raccontate in queste pagine si svolgono nelle terre alte e nei luoghi selvaggi; ma questo è un libro che parla di una scelta. La scelta che Eva, a 26 anni, ha preso, è stata quella di lasciare la città dove è nata, mettere tutta se stessa (e tutte le sue cose) in un furgone e inseguire la sua passione. Ovunque l’avrebbe portata. La sua passione, nemmeno a dirlo, è l’arrampicata, che ha scoperto quando studiava all’università e che le ha cambiato la vita perché le ha fatto capire che la strada che stava percorrendo non era quella giusta per lei. “Per la mia strada” è una confessione; un racconto che parla - senza riserve - di cosa vuol dire prendere una scelta, abbracciarla, e accollarsi le conseguenze di essa. Nel bene e nel male.



A PROPOSITO DI EVA

"Sono nata e cresciuta a Roma, dove ho studiato giurisprudenza per capire che sono una persona migliore quando non indosso un tailleur. Ho lasciato la grande città per lasciare che il vento mi scompigliasse i capelli sulle alte montagne delle Alpi e presto ho scoperto che la mia passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro.

Ora collaboro come scrittrice, editor e creatrice di contenuti per diverse riviste e aziende del settore outdoor, e quando ho finito di lavorare, apro la porta della baita in cui vivo per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al mio cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

Sono molto curiosa, sempre con un occhio (e un piede) verso cosa c’è oltre. Ho sempre visto la scrittura come un modo di scavare a fondo, e questo è il motivo per cui mi piace.

Ma alla fine, scrivo perchè ne ho fortemente bisogno."